Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

multilingua

Carlo V
Il sogno di una monarchia universale.

Carlo V è stato uno dei più grandi sovrani della storia moderna. Il suo impero era così vasto che si diceva che su di esso non tramontasse mai il sole. Sognò di creare una monarchia universale in grado sia di garantire un ordine politico pacifico, avente nel cattolicesimo il suo fondamento morale e religioso, sia di opporre un'invalicabile barriera all'espansione dell'impero ottomano. Ma il sogno di Carlo V andò deluso. 

Nel 1519 fu eletto imperatore del Sacro Romano Impero e nel 1530 papa Clemente VII lo incoronò re d'Italia.

Nel 1536 l'imperatore si impadronì direttamente di Milano, e la guerra cominciò prima con Francesco I e i suoi alleati, poi con il figlio di questi, Enrico II. La pace di Cateau-Cambrésis del 1556 sanzionò l'egemonia della Spagna sull'Italia.

Segno del suo passaggio a Crotone è la modifica che il sovrano impose nel 1541 al castello sorto nel cuore della città nell’ 840 a difesa delle invasioni saracene. Oggi l’edificio rappresenta una delle più grandi fortezze del Sud Italia ed è chiamato appunto castello Carlo V. Al suo interno è ospitato il museo civico di Crotone e la biblioteca comunale.

 

 

CookiesAccept

Questo sito o gli strumenti da terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Per saperne di piu'

Approvo